Polizia Postale e delle Comunicazioni – Criticità inerente la mancata distribuzione della divisa operativa

La specialità della Polizia Postale e delle Comunicazioni rappresenta oggi uno dei settori più importanti della Polizia di Stato, sia per la specificità del lavoro sia per la vastità delle indagini e dei reati che quotidianamente vengono affrontati, considerata l’estensione del fenomeno criminoso informatico più comunemente denominato cyber crime.

            La medesima specialità, nel rispetto della convenzione stipulata con Poste Italiane S.p.A., svolge quotidianamente su tutto il territorio nazionale servizi automontati in divisa volti a prevenire eventuali attività criminose nei confronti degli Uffici Postali territoriali ed a garanzia delle migliaia di cittadini che ogni giorno fruiscono dei servizi presso gli sportelli postali.

            Tanto ciò premesso, risulta evidente come per la U.P.L. Sicurezza non sia più procrastinabile la distribuzione della divisa operativa per le donne e gli uomini in servizio presso quella specialità, poiché ancora oggi gli operatori sono costretti ad utilizzare divise vecchie e non più funzionali per i servizi a loro assegnati, spesso essendo anche costretti ad uscire di servizio senza la doverosa ed opportuna omogeneità di vestiario tra colleghi, ingenerando tra l’altro una distorta e lesiva immagine della Polizia di Stato. (…….)

= Leggi e Scarica l’allegata nota =