La U.I.L. Sicurezza scrive al Capo della Polizia Prefetto Franco Gabrielli

Franco Gabrielli

Concorso interno, per titoli di servizio, a 436 posti per Vice
Commissario del ruolo direttivo ad esaurimento della Polizia di
Stato, indetto con decreto del 12 aprile 2019. – Richiesta di
ampliamento

Signor Capo della Polizia,
lo scorso 31 ottobre è stata pubblicata la graduatoria di merito del concorso
interno, per titoli di servizio, a 436 posti per Vice Commissario del ruolo
direttivo ad esaurimento della Polizia di Stato, attraverso la quale sono stati
individuati i candidati risultati vincitori. Dovendo fare, tuttavia, come nostro
costume, una disamina obiettiva del concorso, vanno esaminate non solo le
criticità che sono emerse circa l’attribuzione dei punteggi assegnati per
l’anzianità maturata nel ruolo di Sostituto Commissario, ma anche le doglianze
che sono state rappresentate dai candidati circa le difficoltà e sperequazioni
dovute alle necessità dei concorrenti di far valutare le proprie peculiarità, le
specificità lavorative, le proprie esperienze umane e quelle professionali messe
a disposizione dell’Amministrazione nel corso degli anni, con una sterile
valutazione dei fogli matricolari degli stessi. Senza ombra di dubbio, è
plausibile ritenere che tutti i concorrenti ritenuti idonei al concorso de quo,
dovrebbero vedere riconosciuta la loro giusta aspirazione al passaggio di ruolo,
non solo per le capacità professionali e per le conoscenze culturali di cui sono
in possesso, ma soprattutto in considerazione del fatto di ciò che hanno
rappresentato e tuttora rappresentano all’interno dell’Amministrazione. Come
Lei certamente ben saprà, a stretto giro, centinaia di colleghi saranno posti in
quiescenza andando di fatto a modificare il numero organico previsto per quel
ruolo, numero che potrebbe essere livellato andando ad ampliare il numero dei
vincitori, ovvero prevedendo la promozione alla qualifica superiore di tutti i
concorrenti idonei al concorso in oggetto. Conoscendo la Sua persona ed
apprezzando come abbia sempre saputo valorizzare i colleghi meritevoli
all’interno della nostra Amministrazione, l’auspicio della U.I.L. Sicurezza è che
anche in questo caso possa dare le giuste indicazioni affinché i posti messi a
bando siano ampliati a tutti gli idonei. Certi di un Suo autorevole intervento,
l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.